La necessità di disporre di un sito internet facilmente accessibile da qualsiasi tipo di dispositivo si è rivelata sempre più importante con il passare degli anni. Oggi le persone navigano in Rete utilizzando apparecchi con caratteristiche e formati completamente differenti tra loro: essere in grado di fornire a tutti un’interfaccia comoda ed ottimizzata è ormai irrinunciabile. La risposta sta nel design responsive.

responsive

Design fluido e responsive.

Pensate ai contenuti di una pagina web come se questi fossero liquidi e inseriti in un contenitore deformabile: stringendo il contenitore questi si faranno più sottili, occupando più spazio in altezza e meno in larghezza; allungandolo succederà il contrario.
In un sito responsivo accade proprio questo: l’impaginazione è predisposta in modo da poter “supportare” e “sopportare” contenitori diversi (gli schermi di computer, tablet, smartphone grandi e piccoli), e si adatta di conseguenza.

Addio sito mobile, benvenuto mobile first.

Fino a pochi anni fa si riteneva che il miglior modo per fornire una buona esperienza d’uso agli utenti connessi tramite smartphone fosse rappresentato da un sito mobile, ovvero una sezione dedicata ai piccoli schermi, con design semplificato e – a volte – contenuti diversi o ridotti rispetto alla cosiddetta versione desktop.

Con il boom dei tablet, che per molti utenti sono diventati il principale (a volte l’unico) mezzo di navigazione in Internet, il concetto di mobile si è ridefinito e confuso: se da un lato continuano ad esistere computer desktop tradizionali e piccoli telefoni, un utente che si collega al nostro sito con un iPad da 10 pollici deve vedere la versione desktop o quella mobile? E se usa un iPad mini da 8 pollici? E con un Galaxy note da 5.7?

La soluzione è lo sviluppo di un’impaginazione responsive, un layout intelligente in grado di rilevare lo spazio disponibile sullo schermo dell’utente finale e adattarsi di conseguenza, mostrando caratteri con dimensioni adeguate per la leggibilità e un posizionamento degli elementi che compongono la pagina che tenga conto delle proporzioni del display.

Di conseguenza, la versione mobile cessa di esistere e si inizia a progettare siti web partendo proprio dal layout che dovrà apparire a chi si collega da un device con schermo estremamente piccolo, per poi studiare il modo in cui arricchire le schermate in caso di risoluzioni maggiori; questa concezione, ribaltata rispetto al passato, viene definita mobile first.

Meglio un app?

La risposta è probabilmente no. Le statistiche ci insegnano che convincere un utente ad installare una nuova app sul proprio telefono è estremamente difficile, e molte applicazioni che vengono installate rimangono facilmente inutilizzate perchè dimenticate in qualche “angolo” del proprio smartphone. I tempi ed i costi di sviluppo di un sito responsivo sono estremamente inferiori a quelli richiesti dalla programmazione di un app dedicata e compatibile con iOS, Android, Windows Phone. Se il vostro sito web sarà in grado di fornire da subito un esperienza ottimizzata anche per chi lo naviga dal piccolo schermo del proprio telefono, gli utenti lo apprezzeranno e lo sfoglieranno con piacere. Senza complicazioni, senza frustrazioni.

Scopri il nostro portfolio oppure Contattaci ora