gCalTasks è un gadget gratuito per Windows che registra su Google Calendar le proprie attività.

gcaltasksL’interfaccia è molto semplice ed è composta da un etichetta di testo e 3 bottoni; basta inserire il titolo del lavoro che si sta per svolgere e cliccare su “Start”: un cronometro inizierà a contare il tempo che si sta impegando. Quando si ha finito, un click su “Stop” farà sì che gCalTasks invii l’evento al proprio Calendario. Si potrà quindi visionare il proprio giorno di lavoro (o la settimana, il mese…) direttamente sul sito di Google Calendar, per verificare quante ore sono state spese sui vari progetti.

Caratteristiche:

  • Funziona sia con i calendari pubblici che con quelli privati;
  • Funziona sia con i Google account che con gli account Google Apps;
  • Compatibile con Windows Vista, Windows 7 e Windows XP (con le estensioni per la sidebar);
  • Modalità Offline mode (qualcosa del genere).

Come averlo:

il download è qui: gCalTasks.gadget (v.1.0, 60KB)

Configurazione:

La pagina delle opzioni chiede all’utente le proprie credenziali di accesso a Google per ottenere la lista dei propri calendari. Basta poi sceglierne uno e cliccare su “OK” per iniziare a registrare le proprie attività.

FAQ:

Perchè gCalTasks?
Avevo bisogno di uno strumento per loggare al volo quanto tempo impiego sui miei progetti lavorativi ma non sono riuscito a trovare niente del genere, così ho pensato di realizzarlo. Ho scelto poi di metterlo a disposizione della comunità della rete, sperando che sarà utile anche ad altre persone. Questo piccolo gadget non ha molte funzioni, ma ho preferito realizzare uno strumento leggero.

Questo gadget mi chiede di inserire i miei dati di accesso Google, vuoi rubarmeli?
I login/password di Google sono indispensabili per operare con i propri calendari; questi dati sono utilizzati solo per queste operazioni. Le uniche comunicazioni tra gCalTasks and “me” sono le richieste per controllare se è disponibile una versione aggiornata del gadget (la stessa funzione controlla anche periodicamente che il tuo computer sia connesso a Internet, per abilitare/disabilitare la modalità offline).
Ad ogni modo, se lo desideri puoi controllare tu stesso (o puoi chiedere al tuo amico programmatore javascript di controllare per te): il codice di gCalTasks, come qualiasi gadget di Windows, è aperto (non compilato), quindi è possibile sfogliare la propria cartella dei Gadget e aprire i suoi file per assicurarsi che nessuna informazione riservata sia effettivamente inviata, se non a Google Calendar.
Se sei preoccupato per la tua privacy, non dimenticare di leggere la sezione che tratta il limite della “non-crittografia” dei gadget Windows (cfr. “Bug / Limiti conosciuti”).

gCalTasks è open source?
Sì. Potete usarlo, copiarlo, riprodurlo e utilizzarlo anche in ambito commerciale/professionale. Se volete utilizzarlo per la produzione di software nuovi o versioni modificate vi chiedo solo di inserire sempre un link verso questo sito. Leggete il file README.TXT, incluso nel gadget, per maggiori informazioni.

Bug / Limiti conosciuti:

  • A volte si verificano alcuni problemi con l’autenticazione durante il recupero della lista calendari – specialmente con gli account Google Apps. Se ricevi errori nella finestra di configurazione, ripeti semplicemente l’operazione. Se l’errore persiste, fammi sapere il sistema operativo ed il tipo di account Google che stai utilizzando per aiutarmi a risolvere il problema.
  • La dimensione in larghezza non rispetta quella teoricamente massima per la sidebar di Vista (gCalTasks è più largo). A livello di funzionamento non vi sono controindicazioni, ma non apparirà visualmente allineato con altri eventuali gadget.
  • Una lista dei “lavori preferiti” sarebbe utile. E’ possibile che venga aggiunta nelle prossime versioni.
  • Il modo che Windows usa per memorizzare le impostazioni dei gadget non è sicura: vengono salvate in C:\Users\(youUserName)\AppData\Local\Microsoft\Windows Sidebar\Settings.ini, quindi le credenziali Google saranno memorizzate lì. Può essere un problema se si lavora su un computer pubblico. Se questo è il vostro caso, chiudete semplicemente gCalTasks quando finite di lavorare per far sì che i vostri login/password di Google vengano eliminati da quel file. Ovviamente sarà necessario inserirli nuovamente quando ri-aggiungerete gCalTasks ai vostri gadget in esecuzione.
  • La modalità Offline è ancora rudimentale: controlla periodicamente se si è ancora connessi alla rete e “blocca” il gadget in caso di esito negativo. Se un timer è attivo, il contatore del tempo continuerà ad avanzare: quando si tornerà online, il gadget riprenderà la normale attività, permettendovi di stoppare il cronometro e di inviare l’evento normalmente al calendario. Sicuramente non è il metodo migliore per la gestione dei periodi offline, ma per il momento semplicemente funziona.

Credits:

Voglio mandare un grande “grazie” a Eelke Spaak, l’autore del gadget “The Calendar”. Il suo gadget fa una cosa diversa (è una sorta di “visualizzatore di agenda” per Google Calendar, è molto utile), ma sono partito da questa idea per sviluppare gCalTasks. Le funzioni di connessione di gCalTasks sono basate sulle omologhe di “The Calendar”, che mi ha risparmiato molto tempo dello sviluppo.