Chrome è oggi il browser più utilizzato, premiato dalla sua velocità e – diciamocelo – promosso dallo strapotere di Google. Pur essendo reattivo e visibilmente leggero, non è certo un fuscello in termini di consumo di memoria RAM; i computer odierni dispongono facilmente di diversi GB, ma occuparli inutilmente è sempre male.

Ecco un piccolo trucco per liberarne un po’: provate a premere sulla tastiera, con la finestra di Chrome in primo piano, i tasti MAIUSCOLO + ESC. Vedrete comparire il task manager interno del browser:

google-chrome-task-manager

 

 

Il vostro Task Manager potrebbe essere leggermente differente, ma ci sono buone probabilità che la linea “Pagina di sfondo: Google Drive” sia presente anche nella vostra schermata, e che stia occupando un quantitativo di memoria simile a quello in figura (circa 100MB).

Questa funzionalità è utile nel caso in cui si voglia accedere ai file di Google Drive anche quando non si è connessi alla rete, ma è completamente inutile per chi non utilizza questo servizio, preferendo ad esempio Dropbox o OneDrive.

google-drive-syncDisattivarla è semplicissimo: collegatevi a https://drive.google.com/ con il vostro account Google, cliccate sull’icona delle impostazioni (l’icona a forma di ingranaggio) e selezionate “Impostazioni”, quindi eliminate la spunta alla voce “Sincronizza i file di documenti, fogli, presentazioni e disegni Google su questo computer in modo da poterli modificare offline”.

Dopo aver modificato questa impostazione vedrete magicamente scomparire la linea relativa a Google Drive sul vostro task manager, liberando così circa 100MB di memoria del vostro computer… in un batter d’occhio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *